Paolo Saverio Di Zinno e i suoi “Misteri”
Noemi Paduano
Studiosa di Arte e Spettacolo

8 giugno 2022 ore 18.00
Museo dei Misteri – Via Trento, n. 3 Campobasso

Nell’ambito del progetto ‘Campobasso in Comune’ da noi ideato, progetto che mira a valorizzare la storia e il patrimonio culturale della città capoluogo del Molise mediante un ciclo di conferenze affidate a specialisti del settore, quali storici, archeologi, architetti, storici dell’arte, la Sipbc del Molise, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, ha organizzato una conversazione dal titolo Paolo Saverio Di Zinno e i suoi “Misteri”.
In questo terzo evento del progetto, si parlerà di Paolo Saverio Di Zinno, che, nato a Campobasso nel 1718, studiò a Napoli e divenne uno scultore di indubbio valore, riconosciuto talento del barocco meridionale.
Nel 1916, su iniziativa della SIPBC onlus MOLISE, è stata intitolata una strada a questo insigne artista
Moltissime le sue opere, che si conservano sia a Campobasso che a Napoli, e vivo anche l’impegno civile nella sua città natale, dove la sua figura è legata alla creazione dei cosiddetti “Misteri”. Si tratta di tredici macchine processionali, che sfilano per le strade della città, nella domenica del Corpus Domini.
Su una base di legno sono applicate strutture in metallo – o meglio di una lega che molti considerano misteriosa – dove vengono posizionati figuranti, che rappresentano scene della vita di santi o figure sacre della cristianità.
I Misteri – detti anche Ingegni – vengono portati a spalla in processione, e il passo cadenzato dei portatori, facendo oscillare le strutture, crea l’illusoria sensazione che i figuranti stiano volando sulle teste degli spettatori.
Uno spettacolo unico ed emozionante che permette di definire i Misteri una delle tradizioni più suggestive al mondo, tanto che hanno attirato l’attenzione di molti studiosi di antropologia.
Ci parlerà di questa affascinante tradizione e dell’artista Paolo Saverio Di Zinno una giovane e talentuosa studiosa, Noemi Paduano, laureata in Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo e che si dedica da tempo allo studio del nostro patrimonio immateriale.